Cosima Liszt e il legame del Lago di Como con la musica

Ieri sera, un signore è entrato in hotel e ci ha chiesto: “E’ nata qui Cosima Liszt?“. Nei suoi occhi si poteva intravedere la fervida curiosità di un grande appassionato.

Le sue ricerche lo hanno portato a Como, in Piazza Cavour, dove si trova anche il nostro albergo.

Cosima Liszt è nata il 24 dicembre 1837, in Piazza Cavour, in quello che al tempo si chiamava “Hotel Dell’Angelo“. Forse che si trattasse del nostro hotel? Il primo proprietario si chiamava Angelo Cassani, ma la gestione è iniziata nel 1892, quindi un po’ più tardi… si tratta solo di una somiglianza di nomi.

Cosima Liszt

In ogni caso dobbiamo riconoscere che questo signore è stato bravo, ha ritrovato e studiato da solo varie fonti che lo hanno portato fino a qui. Ha però bisogno del nostro aiuto per comporre il puzzle.

Poco più in là, attraversando la piazza, di fronte a noi, si trova il palazzo che nel 1837 ospitava l’Albergo dell’Angelo.

Per strada, molte persone passeggiano attirate dalla bellezza del lago, dai cafés e dai negozi: pochi forse si accorgono della targa apposta sul palazzo che è oggi sede della Banca Nazionale del Lavoro. Un occhio ben attento potrà leggere:

La città di Como ricorda il soggiorno di Franz Liszt e Marie D’Agoult presso l’Albergo dell’Angelo in passato sito in questo luogo ove nacque il 24 dicembre 1837 la figlia Cosima poi sposa di Richard Wagner“.

Cosima Liszt è infatti la figlia illegittima del celebre compositore e pianista ungherese Franz Liszt. In onore del Lago di Como fu battezzata il giorno di Natale nella Cattedrale.

Pochi giorni dopo la sua nascita, Franz Liszt suonò al Teatro Sociale di Como, in un programma che comprendeva anche improvvisazioni richieste dagli spettatori.

Franz Liszt

Alcune testimonianze documentano anche il soggiorno lariano del compositore ungherese:

Quando scriverete la storia di due amanti felici, scegliete come ambiente le rive del Lago di Como […] La freschezza delle acque tempera l’ardore del sole; a giorni splendidi succedono notti voluttuose“.

Sull’onda poetica, si è lanciato anche il nostro portiere di notte Remigio con questi suoi versi:

 

Da un amore clandestino

è nata una bella bambina

donna si farà e il sommo Wagner sposerà

il quale musica sublime ci donerà

e i nostri cuori per il futuro allieterà.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *